Slot Machine da Bar

Hako Srl – I giochi di casino grazie alla squadra di esperti di Bar Slotmachine non saranno più inarrivabili. Con i consigli giusti e le giuste strategie di gioco anche tu potrai puntare in alto. Con Bar Slotmachine tutto questo sarà  possibile.

aams aams logo 18 + Il gioco può causare dipendenza. Gioca responsabilmente. Il gioco è vietato ai minori di anni 18. Probabilità di vincita
Autore: Winner Taco Data: 12 settembre 2013

Trucchislotmachinebar, ecco come fare per vincere

Vi presentiamo alcuni trucchi slot machine bar che potrebbero esservi utili per giocare alle slot in maniera proficua. Innanzitutto, tra i trucchi slot machine bar, è conveniente menzionare sempre quello della moneta. Inserite una moneta da un euro o da due euro per capire se la slot è carica. Come ve ne accorgete? Molto semplice : dovete controllare se finisce nell'hopper basso o in quello in alto. Se finisce in quello basso, allora significa che la slot è carica ed è possibile giocarci per vincere. In caso contrario, è conveniente abbandonare la slot. Naturalmente dovete fare in modo di osservare bene il pagamento della slot e capire se non ha già pagato in precedenza perché, in questo caso, può capitare di non ricevere una grossa vincita ma solo vincite medie. 

Infine l'ultimo dei trucchi slot machine bar che dovete apprendere è quello dei simboli ripetuti. Se, per caso, su una delle payline non selezionate, la slot machine vi sta fornendo la combinazione vincente per più di una volta, significa che dopo qualche giro sarà disposta a pagarvi una vincita. Attenzione però a non spingere troppo il gioco oltre se la slot è con un jackpot progressivo!

 

Autore: Winner Taco Data: 11 settembre 2013

Cagliari, slot machine al bando

Il sindaco di Cagliari in solido con i consiglieri vorrebbero abolire le slot machine o comunque renderle border line nel capoluogo sardo. Le slot machine è inutile negare che sono un problema abbastanza serio da prendere con il giusto peso e quello che in particolare avrebbe mosso le coscienze della politica isolana sarebbero dei dati passati al vaglio dei consiglieri inerenti ai flussi di gioco proprio della città cagliaritana, con un dato rilevante su tutti che praticamente consegna un bollettino di guerra: una fetta importantissima della cittadinanza è schiava dal questo tipo di gioco e molti si questi si sono messi nei guai proprio giocando, magari truffano pur di trovare il denaro per continuare ad alimentare questo disturbo. Le slot machine non le scopriamo oggi nel loro dark side ma che una fetta sostanziosa della popolazione versi in una condizione totalmente assorbente del disturbo della ludopatia non fa altro che alimentare il campanello d’allarme che ormai suona ininterrottamente da anni. Lo stato da parte sua legalizzando il gioco ha fatto un lavoro importante contro la malavita ma quel che è certo è che questa doveva essere pensata diversamente. Le slot machine adesso subiranno pesanti restrizioni e questo non farà altro che dare nuove chance alla malavita.

Autore: Winner Taco Data: 11 settembre 2013

Slotmachinebigeasy100, ecco di cosa parliamo

Parlare della slot machine big easy 100 è sempre molto emozionante soprattutto se siete appassionati di jazz. Una musica meravigliosa, accattivante e così è la slot machine big easy 100 dato che in tutti i simboli compaiono dei jazzisti. Potrete trovare così contrabbassisti, il whisky oppure avere un wild rappresentato dalla luna. Questa, infatti, accompagna le suonate di tantissimi musicisti perché il jazz è musica notturna. Ma torniamo alla slot machine big easy 100 e vediamo che cosa succede nel corso del gioco. Con il wild possiamo moltiplicare le nostre vincite x2 solo se ne appaiono tre di seguito mentre, invece, possiamo moltiplicare la vincita per 10 con quattro wild e per 20 con cinque simboli wild. Col simbolo Big Easy, invece, avremo a nostra disposizione il bonus. 

Ma arriviamo al sodo : cinque rulli, 20 linee di pagamento, e un gioco proprio a metà tra una slot machine e una meravigliosa videolottery, un ibrido di successo, proprio come la musica jazz. Basterà inserire le prime monete nel videogioco ed ecco che anche un semplice bar può diventare la mitica New Orleans. Tutto questo capita solamente con la slot machine big easy 100!

 

Autore: Winner Taco Data: 9 settembre 2013

Casinò di Campione, i dati premiano la sala

Il momento del Casinò di Campione è senza ombra di dubbio molto positivo e questo è sicuramente merito dell’indovinata politica dei dirigenti del Casinò. Quello di Campione è tra i big four italiani quello che versa nella condizione economica migliore oltre ad essere quella che ha un giro di clienti più sostanzioso in assoluto. Come dicevamo merito della politica ideata dai dirigenti del casinò ubicato in Canton Ticino in Svizzera che di per se parte da una posizione privilegiata: nonostante sia italiano a tutti gli effetti gode delle esenzioni erariali del paese svizzero che ovviamente favoriscono la questione economica sgravata da notevoli pesi economici. Il momento è buono si diceva per il Casinò di Campione anche per la clientela: intuizione geniale quella di creare dei pullman da Milano per i giocatori cinesi che essendo numericamente molti e versando in condizioni economiche notevoli portano un ritorno economico alla sala di non poco conto. Massima soddisfazione per l’Amministratore Delegato Pagan il quale a petto gonfio ha rimarcato la strategia intelligente dell’intero corpo di cui è Head of Operations. Il dato che colpisce è la percentuale ben superiore rispetto allo scorso anno del fatturato, oltre alla prospettiva che il Casinò di Campione diventi in breve tempo una meta di non poco conto per il poker.

Autore: Winner Taco Data: 6 settembre 2013

Mini Casinò, mozione Lega batte maggioranza: stop di un anno

Niente mini casinò per un anno, è quanto in sostanza chiedeva una mozione del partito Lega Nord e accolta dal senato. I Mini Casinò sarebbero le comuni sale automatiche per il gioco d’azzardo dove in pratica le macchinette sono libere da qualsiasi controllo, ma sono gestite da un sistema informatico e secondo un recente studio sarebbero la causa della ludopatia, problema psicologico che colpisce i giocatori compulsivi. Per carità, un plauso va sicuramente fatto al partito che l’ha promossa ma c’è un problema ben definito sotto che svela il motivo di cotanta umanità dal partito che vorrebbe vedere annegare gli immigrati: è una tecnica per far cadere il governo, in sostanza. I Mini casinò se vietata la possibilità di apertura crea un disguido economico di 300 milioni di euro per lo Stato oltre all’apertura del contenzioso con le società che hanno ottenuto la licenza visto e considerato che queste vedrebbero ostacolato ciò che hanno ottenuto legalmente. Il sottosegretario all’Economica con deleghe per il gioco Alberto Giorgetti ha spiegato che il decreto “è inapplicabile perché il Governo compirebbe un atto illegittimo determinando: un contenzioso con i circa 200 operatori italiani ed esteri che hanno ottenuto la concessione (…)” e non a caso ha presentato subito dopo le proprie dimissioni. I Mini casinò non apriranno ma i tempi saranno ancora più duri per il governo italiano e per le casse dello stato.

Autore: Winner Taco Data: 5 settembre 2013

Soldi e Casinò, Kevin Lewis: la storia di un fortunato e sbagliato vincitore

I soldi e il casinò sembrano quasi amici legati verso un solo destino: quello di far l’uno la fortuna dell’altro, alla faccia dei clienti. Vincere soldi in un casinò infatti non è una cosa semplice, è inutile che ci prendiamo in giro con il soliti discorsi da sognatori inappagati, cosa che vediamo sempre più spesso online nei forum di quei signori che vengono fumo pur di avere visite, cosa che ovviamente non ci riguarda. Chi entra in una sala da gioco deve partire dal presupposto che quello che ha nelle tasche destinato al gioco è potenzialmente perso, un po’ come aver speso dei soldi per una serata diversa; chi entra convinto di vincere e portare a casa soldi non può far altro che ritrovarsi tra le mani un pugno di mosche. Anche se alle volte vincere sei soldi nei casinò è possibile vi sono dei fortunati che sono usciti da queste sale da gioco con le tasche realmente piene, quindi non è detto nemmeno che si esca per forza senza una lira e questo ce lo può dire quello che ad oggi è il più fortunato uomo in circolazione: parliamo di Kevin Lewis, ragazzone americano che ha vinto per errore la bellezza di 1 milione di $ in una sala da gioco di Cincinnati. Il giorno successivo però il casinò si è accorto dell’errore in quanto la vittoria era destinata (essendo una lotteria) ad un altro Kevin Lewis, affezionato avventore del casinò cui spettavano i soldi, ma a quel punto la vittoria è stata confermata in quanto l’errore è stato certamente del casinò e non del vincitore fortunato ma “Sbagliato”.

Autore: Winner Taco Data: 4 settembre 2013

Casinò in Abruzzo, cui prodest?

Aprire un casinò in Abruzzo è un tema già discusso nelle scorse settimane quando il Sindaco di Montesilvano lo ha proposto. Un Casinò in Abruzzo per rilanciare la regione, sarebbe questo il piano della dirigenza locale che invita la segreteria di riferimento del proprio partito (i Radicali d’Italia) a promuovere nelle varie entità territoriali questa possibilità. Come mai tutta questa voglia di gioco d’azzardo per questo partito? A spiegarlo è il segretario del partito abruzzese per cui un’idea del genere darebbe propedeutica alla ricostruzione delle zone terremotate nel 2009. Non è certamente un’idea nuova perché già all’epoca quello che fu il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi destino con un decreto la bellezza di 1.9 miliardi di euro per la ricostruzione prendendoli appunto dal settore del gioco che fu per l’occasione liberalizzato ulteriormente. Ma fu una promessa e basta perché in Abbruzzo dei soldi dei casinò non sono arrivati che briciole. A contestare questa possibilità un consigliere del PD che ha fatto capire di essere convinto che si tratti più di una speculazione che di una trovata benefica. Di tutt’altro avviso il promotore del Casinò in Abruzzo che invece la reputa la possibilità migliore in assoluto per risolvere una questione annosa come la ricostruzione.  

Autore: Winner Taco Data: 3 settembre 2013

Casinò di Sanremo, parte il concorso a premi

Che il casinò di Sanremo fosse all’avanguardia per quanto riguarda le innovazioni questo lo sapevamo ma che il Casinò di Sanremo avesse davvero tanto a cuore i propri giocatori un po’ ci sorprende, non tanto per il casinò in se ma per quel che riguarda l’idea del casinò in generale la quale non è solitamente buonissima con i giocatori ma spesso e volentieri tende a pensare più a se stessa. Questo discorso potrebbe sembrare in qualche modo qualunquista ma la realtà dei fatti dice proprio che i promotori del gioco hanno in testa più i metodi per fare soldi che la salute delle persone. In questo senso il casinò di Sanremo si sta dimostrando un’autentica rosa nel deserto visto e considerato che già il Roof Garden e il suo show time sono fatti apposta per il diletto del giocatore che tra una slot machine e una roulette può godere del massimo gusto artistico. La novità sta nel concorso “3 mesi di premi” con i giocatori che ogni giorno possono portarsi a casa delle vincite interessanti non sono legate al gioco d’azzardo: infatti acquistando tre tagliandi diversi (di entità economica differente) si partecipa a tre concorsi in cui si possono vincere, in ogni uno, una bici elettrica, un iPad 2 e delle cene fuori al ristorante del Casinò di Sanremo. Bella trovata ma valida solo fino al 24 novembre.

Autore: Winner Taco Data: 2 settembre 2013

Casinò di Sanremo, i numeri parlano di rinascita

Il Casinò di Sanremo, conosciuto come Casinò Matuziano, è ufficialmente in ascesa e a dirlo sono i numeri. Il Casinò di Sanremo infatti ha vissuto momenti non certamente felici a causa della flessione vissuta da tutto il settore vista la crisi provocata un po’ dal fenomeno del gioco onlineun pochino a causa della crisi economica stessa che ha sicuramente interrotto il flusso di approdo dei maggiori fruitori del gioco d’azzardo ovvero i turisti che in vacanza a Porto Rotondo in Liguria non hanno potuto non fare tappa ad uno dei Casinò più importanti non solo per il nostro paese ma anche per il mondo del gioco in generale. Flessione dunque per il Casinò di Sanremo con quel Febbraio 2013 nero visto il -23% del fatturato, poi la rinascita degli ultimi mesi dove la caduta è diminuita arrivando fino ad un 7%. I mesi migliori giugno e agosto dove il flusso di giocatori è aumentato anche grazie agli spettacoli del Roof Garden che chi li conosce sa bene di che spettacolo stiamo parlando. Secondo Marco Cambiaso, presidente di Federgioco e consigliere di Casinò SpA grazie ai prossimi eventi la crescita aumenterà ancora ma il merito della ripresa del Casinò di Sanremo è senza ombra di dubbio merito dell’organizzazione che lo ha reso davvero molto accogliente.

Autore: Winner Taco Data: 23 agosto 2013

Casinò, Versace e il mondo del lusso pacchiano

I Casinò sono innanzitutto delle case del lusso visto e considerato che chi li frequenta è solitamente gente danarosa. I Casinò di tutto il mondo infatti al 95% sono popolati da persone che hanno così tanti soldi da permettersi qualsiasi cosa anche il pernottamento per intere settimane all’interno di una suite reale di un albergo a cinque e più stelle, di quelle con dieci stanze,arredamento extra lusso, caviale e champagne in abbondanza per un’esperienza davvero molto entusiasmante. Ovviamente si chiarisca una cosa: avere i soldi non significa essere dei gran signori quindi cancellate quell’immaginetta nobiliare che vi siete fatti in testa e pensate che la maggior parte di questi signori sono anche dei gran cafoni. I casinò rappresentano proprio questa immagine: al di la dei pochi amanti del gioco è più il palcoscenico per lo spettacolo: “Chi ce l’ha più grosso?”, logicamente il portafogli in una gara a chi fa più lo spaccone tra finti nobili e signoridell’alta aristocrazia. E pare che le location siano dei luoghi esotici perché questi ricchi signori amano anche fare gli originali e Macao come ben saprete è rinomata proprio per le case da gioco. Lo stilista Versace ha firmato nella giornata di ieriun hotel a cinque stelle con annesso casinò extra lusso, giusto per rendere ancora più lussuosamente volgare di quanto non fosse già il mondo del gioco.

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi